UN PROGETTO DI ALFREDO ACCATINO

Un viaggio non scontato tra artisti, visionari e designer da tutto il mondo, molto lontano dai soliti 50 nomi. Non esisterebbero le avanguardie storiche senza maestri sconosciuti alla massa (ma certo non a musei e collezionisti). E non si sarebbe formata una cultura del ‘900 e del contemporaneo senza l’apporto di pittori, scultori, fotografi, designer, scenografi, illustratori, progettisti, costumisti, visualizer, che in queste pagine vogliamo riproporre. Immagini e storie – spesso straordinarie - che rischiavamo di perdere o dimenticare.


Seguiteci anche ogni mese su ARTeDOSSIER
https://www.facebook.com/museoimmaginario.museoimmaginario

https://www.facebook.com/Il-Museo-Immaginario-di-Allfredo-Accatino-487467594604391/




lunedì 11 maggio 2015

UNA VITA. STESSO ORGOGLIO.


Doris Zinkeisen (1898 - 1991), pittrice, fotografa, scrittrice, costumista. A sinistra in un suo autoritratto del 1929 a 31 anni. A destra, nel 1990, a Suffolk, a 92 anni: 10 mesi prima di morire.
Scozzese, ha lavorato per il teatro e per il cinema come costumista. Tra gli altri, per il film biografico sulla Regina Vittoria, Victoria the Great e per la versione cinematografica di Show Boat. Nel 1941, durante la Seconda Guerra Mondiale, Doris Zinkeisen e sua sorella Anna lavorarono come artiste di guerra per la Commissione dell'Europa del Nord-Est per la Croce Rossa britannica e l'Ordine di San Giovanni. Ha lavorato come pittrice anche per gli arredi del transatlantico Queen Mary. Le illustratrici di libri per ragazzi Janet e Anne Grahame Johnstone sono sue figlie.
Si fa sempre i conti con le proprie radici.

Doris Zinkeisen: New Idea portrait with leaf background (1929) by Harold Cazneaux
 

Nessun commento:

Posta un commento