UN PROGETTO DI ALFREDO ACCATINO

Attenzione! Queste pagine non contengono opere di Modigliani, Picasso o di uno degli altri 50 straordinari autori, sempre e solo loro, che danno il titolo a mostre-evento. L’arte è qualcosa di più complesso della semplice divulgazione di massa che, nel tempo, ha trasformato gli artisti in prodotti, facili da comprendere e da consumare.
Non esisterebbero le avanguardie storiche senza maestri sconosciuti alla massa (ma certo non a musei e collezionisti). E non si sarebbe formata una cultura del ‘900 senza l’apporto di fotografi, designer, scenografi, illustratori, progettisti, costumisti, visualizer, che in queste pagine vogliamo riproporre. Perché, se non avessero operato maestri come Malevic, Exter, Scheiber, Itten, De La Fresnaye, Jawlesky, Rietveld, Schad, Dexel, o personaggi trasversali e imprevedibili come Galantara, Codognato, Seltenhammer, Vertes, Copi, Topor (chissà quanti di voi li conoscono?), o autori italiani come Chiattone, Wildt, Cagnaccio di San Pietro, Thayaht, Donghi, Melli, Crippa, Gnoli, Pascali, non sarebbe proprio esistita l’arte contemporanea. E forse, non saremmo esistiti neanche noi.

P.S. Segueteci anche ogni mese su ARTeDOSSIER

sabato 26 novembre 2016

VENDITORI DI SCHELETRI. SU RIEDUCATIONAL CHANNEL… Insomma, quanto costa l'uomo al kg?

Nel 1700 uno scheletro umano integrale bene conservato costava l’equivalente di un centinaio di euro. 250/300 se “fresco” (i corpi venivano prima bolliti e poi spolpati). Da 500 euro in sù se preparato e "armato" per resistere in posizione eretta. Serviva per studiare anatomia, per gli artisti, ma anche per usi diversi, non sempre legittimi.
Molto più costosi erano gli scheletri tematici, più ricercati: giganti, nani, brachicefali… Ma anche banditi, assassini, e folli. Si poteva arrivare anche a 5000 euro. Naturale che si diffondesse il commercio, e con esso la comunicazione di prodotto. Questi che vedete sono biglietti da visita di venditori. 


Se invece voleste comprarlo ora, potete trovargli anche in rete negli Stati Uniti con prezzi a partire da 4500 dollari. Meno se li prendete sfusi.

Quelli vittoriani, a Londra, partono da 6000 sterline.

scheletro vittoriano
Uno straordinario teschio da preghiera Dayak, stavo per comprarne una volta uno a Parigi poi ho avuto un sussulto etico, parte da 1900 euro e può arrivare a 4000. I pezzi rari o molto antichi hanno valutazioni maggiori.

Alcuni teschi tibetani con inserti d’argento raggiungono i 10.000 dollari. Teschi antichi in alcuni casi hanno raggiunto i 250.000 dollari.

Teschio da preghiera Dayak

 
Teschio Tibetano, XVII sec
Non chiara la legge italiana. E' ovviamente vietato penalmente l'acquisto da cimiteri, mentre è permesso l'utilizzo per fini scientifici o archeologici. Se voleste comprare un po’ di ossa, ecco comunque una directory interessante.

http://humanskullforsale.com/how-and-where-to-buy-a-real-human-skull/

Nessun commento:

Posta un commento