UN PROGETTO DI ALFREDO ACCATINO

Un viaggio non scontato tra artisti, visionari e designer da tutto il mondo, molto lontano dai soliti 50 nomi. Non esisterebbero le avanguardie storiche senza maestri sconosciuti alla massa (ma certo non a musei e collezionisti). E non si sarebbe formata una cultura del ‘900 e del contemporaneo senza l’apporto di pittori, scultori, fotografi, designer, scenografi, illustratori, progettisti, costumisti, visualizer, che in queste pagine vogliamo riproporre. Immagini e storie – spesso straordinarie - che rischiavamo di perdere o dimenticare.


Seguiteci anche ogni mese su ARTeDOSSIER
https://www.facebook.com/museoimmaginario.museoimmaginario

https://www.facebook.com/Il-Museo-Immaginario-di-Allfredo-Accatino-487467594604391/




mercoledì 26 ottobre 2016

JULIAN MANDEL. IL PORCO ELEGANTE.




Il mio ultimo acquisto, da togliere il fiato, trovato in una bancarella per pochi euro. Julian Mandel, Nus Fantastiques, 1932, una raccolta di foto tra erotismo e surrealismo, del maggiore fotografo di nudo dell'epoca. 
 

Julian Mandel (1872 -1935 Parigi), alzaziano, trovò la sua fortuna nel mercato clandestino delle foto erotiche, diventando poi editore di cartoline licenziose e quindi di riviste quasi di tendenza, pubblicate tra il 1910 e il 1930. Non solo foto in studio, sempre raffinate, ma veri e propri set tematici dove cercava di sperimentare trucchi visivi e tecniche di camera oscura. Ma anche nelle foto “naturiste” che troveranno soprattutto in Germania grande fortuna. Il suo nome iniziò ad affermarsi anche perché fu il primo a firmare le foto sul fronte.


Nessun commento:

Posta un commento