UN PROGETTO DI ALFREDO ACCATINO

Un viaggio non scontato tra artisti, visionari e designer da tutto il mondo, molto lontano dai soliti 50 nomi. Non esisterebbero le avanguardie storiche senza maestri sconosciuti alla massa (ma certo non a musei e collezionisti). E non si sarebbe formata una cultura del ‘900 e del contemporaneo senza l’apporto di pittori, scultori, fotografi, designer, scenografi, illustratori, progettisti, costumisti, visualizer, che in queste pagine vogliamo riproporre. Immagini e storie – spesso straordinarie - che rischiavamo di perdere o dimenticare.


Seguiteci anche ogni mese su ARTeDOSSIER
https://www.facebook.com/museoimmaginario.museoimmaginario

https://www.facebook.com/Il-Museo-Immaginario-di-Allfredo-Accatino-487467594604391/




mercoledì 26 ottobre 2016

…E POI CI FU UN GIORNO CHE UN UOMO O UNA DONNA FECERO UN OGGETTO INUTILE. E LO CHIAMARONO ARTE.

Sembra SMILE, o Gerry Scotti, ma il Ciottolo di Makapansgat, tre milioni di anni fa viene considerato il primo oggetto conosciuto, definito di contenuto artistico, volutamente collegato alla cultura umana.




Si tratta di un ciottolo di diaspro dal colore marrone rossiccio e pesa 260 grammi. Fu trovato nel 1925 non distante dai resti di un Australophithecus in una grotta a Makapansgat, Sudafrica. Essendo di riporto da una zona piuttosto lontana, si è avanzata l'ipotesi (Garner) che l'Australophithecus l'abbia in realtà rovato a terra, e poi, notata e poi accentuata la rassomiglianza con un viso rafforzando i segno, scelto di portarlo con sè fino alla morte.




Nonostante non raggiunga un orizzonte cronologico antico come questo, anche la statuina di Tan-Tan non scherza. Venne scoperta in Marocco, sulla riva nord del fiume Draa dal’archeologo tedesco Lutz Fiedler nel 1999, a una profondità di 15 metri sotto la superficie di una terrazza naturale. Altezza: 6 cm. Materiale: quarzite. Età: da 500.000 a 300.000 anni fa: periodo dominato dall’Homo erectus.
Di questo piccolo artefatto sappiamo che originariamente era dipinto con ocra rossa. Un elemento importante, perché l’ocra rossa ha rivestito per tutta l’epoca preistorica un carattere sacro, collegato al sangue mestruale e quindi alla vulva e al grembo della donna, culla della vita. La risposta è quindi facile: cerchez la femme!



Stone age flint tool shows symbolic hominin face profiles


CHERCHEZ LA FEMME!

 
The oldest portrait of a woman ever found, dated yrs ago, carved in mammoth ivory 

Nessun commento:

Posta un commento