UN PROGETTO DI ALFREDO ACCATINO

Viaggio non scontato tra artisti e visionari da tutto il mondo, molto lontano dai soliti 50 nomi. Non esisterebbero le avanguardie senza maestri sconosciuti alla massa (ma certo non a musei e collezionisti). E non si sarebbe formata una cultura del contemporaneo senza l’apporto di pittori, scultori, fotografi, designer, scenografi, illustratori, progettisti, che in queste pagine vogliamo riproporre. Immagini e storie del '900 – spesso straordinarie - che rischiavamo di perdere o dimenticare.


Seguiteci anche ogni mese su ARTeDOSSIER
https://www.facebook.com/museoimmaginario.museoimmaginario

https://www.facebook.com/Il-Museo-Immaginario-di-Allfredo-Accatino-487467594604391/




venerdì 23 febbraio 2018

IL PAVIMENTO OCCUPATO. LE ROSE DI PALIZZI

Un pavimento con effetto trompe-l'œil unico al mondo. Basta vedere i dettagli: petali caduti a terra, pronti a sollevarsi per un refolo di vento. 
E’ il pavimento della camera da letto di Franca Florio moglie di Ignazio la cui famiglia dominò la scena economica e culturale della Sicilia tra la fine del secolo XIX e i primi decenni del XX. Le mattonelle di maiolica con petali di rose abbeliscono ancor oggi Palazzo Florio Fitalia all'Olivuzza  che, messo in vendita nel 2009, dopo la gestione di una casa generalizia, nel marzo del 2014 venne occupato da 25 famiglie di senza casa.

 

Un’opera rara, merito del pittore napoletano Filippo Palizzi, che nel 1892 la fece realizzare a Vietri da Francesco Nagar delle Scuole Officine del Museo Artistico Industriale di Napoli.
'...Donna Franca' amava i fiori; all'occhiello di ogni vestito era presente un garofano carnicino al mattino ed una gardenia profumata la sera; ma le sue preferite - come dimostrato dal pavimento della sua camera da letto a Palermo erano proprio le rose, che adornavano anche le case e le carrozze di famiglia. 

 

Trompe-l'oeil della Casa del Fauno a Pompei.
 
Mosaico romano, Musei Vaticani

Nessun commento:

Posta un commento